lunedì, giugno 19, 2006

punto G e squirting 20 anni di prove...

Ma vai a lavorare...

carissime donne e carissimi uomini, vi scrivo queste righe da uomo ora di 40 anni che da quando avevo 20 anni mi sono dedicato con intensita massima per la scoperta del punto G. avevo notato che una ragazza che frequentavo aveva differenti reazioni nella "gioia" dell'orgasmo a seconda di dove la toccavo al punto che se con le dita toccavo dentro la vagina in alto a circa 3/4 cm reagiva in modo allucinante e sopratutto bagnava alla massima eccitazione. ricordo che era il 1986 quindi ben 20 anni fa e come potete bene immaginare si era nell'ignoranza più assoluta e la mia curiosità è andata sempre nel cercare i capire il perchè di queste diverse reazione nella donna. sono arrivato ad alcune considerazioni preciso del tutto personali alcune avvallano tesi già esposte e altre invece sconfessano. donne, devo dirvi che in linea di massima se non avete problemi di salute gravi l'orgasmo al punto g è da tutti voi raggiungibile, dipende da vari alcuni fattori del tipo tempo di esecuzione capacità dell'uomo luogo e tranquillità psicologica assenza di assunzione di farmaci cardiotonici o calmanti in genere e sopratutto la temperatura la temperatura dell'ambiente è secondo me molto importante, deve essere più alta possibile, il motivo è molto semplice il corpo della donna non deve consumare energia per scaldarsi e può quindi utilizzare tutto il possibile per raggiungere l'orgasmo. l'uomo non dovrebbe raggiungere l'orgasmo fino a che la donna non ha raggiunto il massimo del piacere e mantenerla sualtrimenti la pausa tra un orgasmo e l'altro determina nella donna una perdita del ""riscaldamento" che poi provoca una difficile ripresa del piacere con il risultato che non riuscirebbe mai a raggiungere il massimo. non utilizzate alcolici o altre diavolerie tipo farmaci o droghe sono inutili e sopratutto non mette in condizione la donna di capire cosa gli succede e anche se riuscisse a raggiungere l'orgasmo sarebbe una condizione non più ripetibile. personalmente posso dire che tutte le donne che hanno avuto storie con me sono riuscite a raggiungere l'orgasmo al punto g, chi subito chi invece è stato necessario provare per più tempo. tutte comunque con pazienza sono arrivate all'orgasmo con la conclusione che ad ogni eccitazione una volta raggiunta la prima diventano "un treno" di orgasmi con una fuoriuscita di liquido ad ogni evento che secondo me è semplicemente urina e nulla più. e sempre secondo me il punto g non è altro che un accenno di ghiandola prostatica come è presente nell'uomo, come è vero che il clitoride non è altro che un piccolo pene femminile. se avete domande da farmi sono qua fate pure. saluti a voi luca

http://community.girlpower.it/precedente-vt4337.html?view=previous

5 commenti:

Anonimo ha detto...

leggete tutto il topic, è morire dal ridere. e il bello è che sto qui è pure convinto!!

Anonimo ha detto...

convintissimo, mi sono accorto solo ora che avete compiato e incollato il mio start del post.
mi dispiace solo che ci sono troppe persone che non capiscono quiello che racconto per il solo motivo che non sanno nemmeno di cosa parlo perchè non lo hanno mai nemmeno provato o provocato una volta.

saluti
luca

Anonimo ha detto...

froci maledetti

attonita o_o ha detto...

fuoriuscita di liquido che non è altro che urina? ma si droga da 20 anni questo...
e fa pure l'offeso oltre che il saccente...

my self ha detto...

MITICOOOOOOOOOOOOOOOO STO KI!